The History So Far...

Il Meeting Internazionale di Atletica Leggera "RIETI 2004", entrato a far parte dal 1992 del prestigioso circuito IAAF GRAND PRIX, ogni anno cade nel calendario internazionale nella prima Domenica di Settembre con inizio delle competizioni alle ore 16.30 sulla magica pista delo stadio "Raul Guidobaldi" di Rieti. Il Meeting e' giunto quest'anno alla sua XXXV edizione. Con cadenza annuale ed in tutte le sue 33 precedenti edizioni, i grandi campioni dell'atletica mondiale al gran completo hanno gareggiato in questa accogliente cittadina del Centro Italia, ottenendo prestazioni di così importante rilievo tecnico da far diventare il Meeting sabino uno dei più famosi, riconosciuti e prestigiosi del grande circuito dell'atletica leggera internazionale. Non è un caso se attraverso gli anni sei primati del mondo, una miglior prestazione mondiale, tre primati europei, dodici primati italiani, un'infinità di migliori prestazioni stagionali e record nazionali, sono stati migliorati su pista e pedane dello stadio dell’atletica reatino. Basta soffermarsi su qualsiasi libro di statistica per trovare i risultati di rilievo stabiliti a Rieti, motivo per il quale gli stessi atleti hanno scelto questo Meeting come appuntamento focale dove provare a migliorare le proprie prestazioni.

Da Carl Lewis, definito il più grande atleta di tutti i tempi, a Michael Johnson, da Pietro Mennea ad Alberto Juantorena, da Sergej Bubka a Noureddine Morceli, da Daniel Komen a Steve Ovett, Steve Cram o Sebastian Coe, i miti del mezzofondo britannico e mondiale, da Sara Simeoni a Marlene Ottey, da Florence Griffith a Heike Dreschsler, da Irena Szewinska a Gail Devers, da Gabriella Dorio a Stefka Kostadinova, da Ana Fidelia Quirot a Kim Batten, da Maricica Puica a Maria Mutola, da Fiona May a Fabrizio Mori, da Hicham El Guerrouj a Magdeline Martinez, da Felix Sanchez a Giuseppe Gibilisco, questi ultimi due graditissimi ospiti di quest'ultima edizione insieme all'ormai affezionato Hicham El Guerrouj, tutti hanno contribuito a rendere ineguagliabile la storia del Meeting. Insieme a loro Rieti si è ricavato un posto di prestigio nell'affascinante storia dell'atletica. Da oltre un quarto di secolo il Meeting è un punto di riferimento, perché la storia non si cancella. Come vuole la tradizione anche per l'edizione del 2003 la RAI (RadioTelevisioneItaliana) ha assicurato la produzione dell'evento e la sua diffusione in diretta integrale sul canale tematico RaiSportSat, oltre al collegamento all'interno del pomeriggio sportivo di RaiTre. Anche Eurosport, il canale tematico sportivo via satellite, ha trasmesso in diretta le competizioni in Europa ed in Africa nei paesi raggiunti dal suo segnale .

Rieti è diventata famosa per quell'appellativo che il mondo dell'atletica le ha attribuito: "Il Tempio Del Mezzofondo" alla genesi del quale ha contribuito negli ultimi anni Noureddine Morceli con le sue fantastiche imprese, coronate nel doppio record mondiale su 1.500 metri e miglio ottenuto in rapida successione nel 1992 e nel 1993, le cui straordinarie galoppate solitarie hanno fatto divenire l'algerino cittadino onorario di Rieti, e al suo piu' illustre successore Hicham El Guerrouj che sfiora da due anni il record mondiale qui a Rieti e che ha promesso di tornare nel "Tempio del Mezzofondo" per tentare la grande impresa. Lo storico ed ancora imbattuto record del mondo dei 3000 metri, ottenuto nell'edizione del 1996 dal keniano Daniel Komen e quello dell’edizione del 1999 siglato sui 1000 metri da Noah Ngeny, hanno confermato una tradizione e risvegliato mai dimenticate passioni. Ogni anno alcuni dei migliori atleti del mondo, si danno appuntamento a Rieti ed il Comitato Organizzatore sta tentando di allestire una prestigiosa edizione anche per questo XXXIV compleanno la storia di una città e della sua passione per l'atletica si condenseranno in un pomeriggio di magia.