Rieti – Se si cova desiderio di rivincita, la pista di Rieti – che tanti record mondiali, europei, italiani ha regalato nel corso degli anni – può diventare domenica 28 agosto, giorno della XXXV edizione del IAAF Grand Prix Meeting, terreno ideale per concretizzare le proprie intenzioni: è il caso, almeno, della gara dei 3000 siepi femminili, evento che già l’anno passato aveva portato al Raul Guidobaldi la primatista mondiale Gulnara Samitova ancora in vetta alle liste all-time con il suo 9.01.59 e che quest’anno riproporrà integralmente la finale dei Campionati Mondiali di Helsinki.
L’8 agosto, sulla pista della capitale finlandese, a spuntarla fu la giovane ugandese Docus Inzikuru, 23enne in vetta alle liste mondiali stagionali con il crono di 9.15.04 ed iridata in 9.18.24: a Rieti, domenica 28, l’africana dovrà guardarsi ancora una volta dalla russa Yekaterina Volkova, argento ad Helsinki, dalla medaglia di bronzo kenyana Jeruto Kiptum e da tutte quelle avversarie – la giamaicana Korene Hinds, la giovane del Kenya Salome Chepchumba tra le altre – intenzionate a dimostrare il proprio effettivo valore a 20 giorni dalla finale iridata.
Se alla volontà di rivincita delle tante avversarie della Inzikuru si aggiungono due lepri di valore, poi, ecco che il tartan del “Guidobaldi” – che negli anni ha saputo meritarsi la fama di “Tempio del Mezzofondo” con 6 record mondiali – potrebbe diventare territorio ideale per andare all’assalto della miglior prestazione mondiale stagionale e, magari, tentare anche di assestare un forte scossone alle liste all-time: il primato mondiale della Samitova, se le condizioni climatiche dovessero rivelarsi ideali ed il ritmo delle lepri ottimale, potrebbe finire nel mirino di Inzikuru e avversarie.

L’ordine d’arrivo della finale dei 3000 siepi dei Campionati Mondiali di Helsinki, che verrà interamente riproposta al Rieti 2005 IAAF GP Meeting del prossimo 28 agosto:

1) Docus INZIKURU (UGA) 9.18.24; 2) Yekaterina VOLKOVA (RUS) 9.20.49; 3) Jeruto KIPTUM (KEN) 9.26.95; 4) Korene HINDS (JAM) 9.33.30; 5) Salome CHEPCHUMBA (KEN) 9.37.39; 6) Yelena ZADOROZHANYA (RUS) 9.37.91; 7) Cristina CASANDRA (ROM) 9.39.52; 8) Mardrea HYMAN (JAM) 9.39.66; 9) Elizabeth JACKSON (USA) 9.46.72; 10) Bouchra CHAABI (MAR) 9.47.62; 11) Yamina BOUCHAouante (FRA) 9.48.48; 12) Minori HAYAKARI (JPN) 9.48.97; 13) Ines MONTEIRO (POR) 9.50.35; 14) Wioletta JANOWSKA (POL) 10.00.03; 15) Carrie MESSNER (USA) 10.11.20