Il tempio del mezzofondo, e molto altro ancora…

Lecito attendersi tempi eccellenti dalle gare di mezzofondo, ma tra i motivi d’interesse della 43esima edizione anche gare veloci, salti e lanci possono dire tanto. Nella lista dei 100 uomini figurano i nomi dello statunitense Justin Gatlin, argento mondiale a Mosca con 9”85, del giamaicano Nesta Carter (bronzo nella stessa gara con 9”95 e oro nella 4×100)  e del campione del mondo Junior, il britannico Adam Gemili.

Occhio al cronometro dei 110 h dove si potrà assistere al duello tra il rientrante cubano Dayron Robles, ex primatista mondiale con 12”87, oro a Pechino 2008, e il campione del mondo, l’americano David Oliver, che conosce bene la pista di Rieti, di cui detiene il primato con 13”01. Di altissimo livello anche il triplo maschile, che insieme all’argento mondiale del ventenne cubano Pedro Pichardo (personale di 17,69) potrebbe ospitare i balzi del francese Teddy Tamgho, che proprio a Mosca ha infranto il muro dei 18 metri (18,04) dimostrando di valere ancora di più. In pedana anche l’azzurro Fabrizio Schembri, unico italiano finalista agli ultimi mondiali con 16,74.  Restando in tema di salti, in campo femminile si farà ammirare anche in questa edizione la russa Anna Chicherova, trentunenne campionessa olimpica a Londra, personale di 2,07, reduce dal bronzo mondiale vinto con la stessa misura che le valse il secondo posto al Meeting di Rieti 2012, 1,97.

Tornando al mezzofondo, si spera nel sì dell’etiope Mohammed Aman, campione del mondo in carica degli 800 (1’43”31 a Mosca, personale di 1’42”53),  mentre nei 1500 c’è già l’ingaggio dei keniani Silas Kiplagat (argento ai Mondiali di Daegu 2011 e sesto a quelli di Mosca) e del promettente Nixon Kiplimo Chepseba (quarto ai mondiali in Russia il 18 agosto scorso in 3’36”87).

Ricco anche il menù dei lanci, con il martello che, sia al maschile sia al femminile, porterà a Rieti l’intero podio dei Mondiali di Mosca, mentre nel peso maschile si segnala la presenza del campione olimpico di Londra e Pechino, il gigante polacco Tomasz Majewski, sesto ai mondiali di Mosca, personale di 21,95. Molto attesa anche l’esibizione della discobola croata Sandra Perkovic, 23 anni, campionessa olimpica a Londra e mondiale a Mosca (personale di 69,11).

Alcune modifiche, come accennato, potrebbero riguardare il programma orario. In particolare sembra destinata alla cancellazione la gara del salto con l’asta femminile.

Get the Real Time Results App!

IAAF Permits

Il Meeting visto da Giorgio Cimbrico

Il Meeting visto da Giorgio Reineri

Follow us!

Tweet to us!