38° IAAF Grand Prix Meeting

La Dibaba attacca il record dei 5000. Triplo e martello donne di altissimo livello

Non solo Powell. Il velocista giamaicano inevitalbilmente è il volto del Rieti IAAF GP Meeting che domenica 7 settembre a partire dalle 16.15 (diretta RaiSport Più dalle 17.00 alle 19.00 Rai3 dalle 17.00 alle 18.00) promette di infiammare per la trentottesima volta consecutiva la pista e le pedane dello Stadio Raul Guidobaldi.
Dopo il record mondiale dell’anno passato colto in batteria proprio sul rettilineo reatino (9.74) Powell è l’uomo-immagine di questa edizione 2008 ed il capoluogo reatino nelle ultime settimane è stato invaso dalle locandine dello sprinter campione olimpico della 4x100 alle Olimpiadi di Pechino.
Eppure con nove gare su diciotto al femminile quello di domenica prossima sembra destinato ad essere come mai prima d’ora un meeting dove saranno proprio le gare “in rosa” a farla da padrone. I cinquemila metri donne alla loro prima apparizione sulla pista sabina sembrano destinati ad essere la gara regina del Meeting con la campionessa olimpica e mondiale Tirunesh Dibaba star dell’atletica etiope intenzionata ad andare a caccia di quel primato mondiale (14.11.15) da lei stabilito ad Oslo il sei giugno scorso.
A spingerla verso quello che nelle intenzioni del patron Sandro Giovannelli potrebbe essere l’ottavo primato mondiale nella quasi quarantennale storia del Meeting ci saranno tra le altre le sue due sorelle Eyegayehu bronzo ad Helsinki 2005 e Genzebe appena diciassettenne affacciatasi di recente sulla scena internazionale con l’argento sulla distanza ai
Mondiali Juniores di Bydgoszcz. Nel suo assalto al record mondiale Tirunesh Dibaba dovrà guardarsi dalla keniana Vivian Cheruyot argento iridato ad Osaka 2007 e quinta a Pechino.
Nel triplo in rosa la pedana all’ombra del Terminillo ripropone la sfida di Pechino tra la camerunense Francoise Mbango Etone oro alle Olimpiadi e la russa Tatyana Lebedeva salita sul secondo gradino del podio al “Nido d’uccello”
e la connazionale Anna Pyatykh ottava ai Giochi.
Nell’altra gara al femminile all’esordio sulla pedana del Guidobaldi il lancio del martello tornano a confrontarsi la campionessa olimpica la bielorussa Aksana Miankova la cubana Yipsi Moreno argento a Pechino ed Atene l’altra
bielorussia Darya Pchelnik quarta ai Giochi e l’azzurra Clarissa Claretti in cerca di riscatto dopo il settimo posto olimpico. In gara anche le Azzurre Ester Balassini primatista italiana e Silvia Salis: tre italiane che contribuiranno a
rendere ancora più “rosa” il 38° meeting di Rieti.