Bondarenko-Protsenko, sfida ad alta quota. Al Meeting atleti da 51 paesi

Ultime ore frenetiche al Comitato Organizzatore del RietiMeeting per mettere a punto le liste di partecipazione alle 19 gare del programma che si aprirà domenica 7 settembre alle ore 16.30 con la sfilata sulla pista del «Raul Guidobaldi» di tutte le rappresentative giovanili delle società sportive reatine, seguite dai partecipanti alle 4 corse dai Santuari e alla camminata francescana.

Qualche ghiotta novità dell’ultima ora riguarda la gara di salto in alto che si annuncia stellare: al primatista stagionale (2,42 m) e campione mondiale in carica, l’ucraino Bohdan BONDARENKO, si è infatti aggiunto il connazionale Andriy PROTSENKO, quest’anno capace di entrare nella ristretta cerchia degli atleti capaci di superare i 2,40.

Protsenko Bondarenko

In contemporanea, altra novità del RietiMeeting sempre pronto a esplorare nuove frontiere a favore dello spettacolo, sulla pedana attigua si svolgerà la gara di salto in alto femminile, con una forte presenza italiana: Alessia TROSTErika FURLANI e Desiree ROSSIT, proveranno a dare l’assalto ai propri limiti stagionali stimolate dalla presenza dell’ucraina KOVALENKO e dell’uzbeka DUSANOVA.

Confermate tutte le presenze a una gara di 100 metri che si annuncia stellare. Troppi gli atleti che hanno chiesto di sfidare avversari e cronometro sul rettilineo reatino, per cui si è stati costretti a organizzare due serie (17.03 la serie B, 18.12 il clou): il primatista stagionale (9.80) Justin GATLIN, se la vedrà con i giamaicani Asafa POWELL, già primatista mondiale proprio a Rieti (9.74, 2007), Nesta CARTER, Rasheed DWEYR e Jacques HARVEY, il francese Christophe LEMAITRE e il connazionale Ryan BAILEY. Spazio anche alle speranze italiane con Massimiliano FERRARO, Delmas OBOU e Michael TUMI.

Come sempre a Rieti il piatto forte della manifestazione sarà il mezzofondo veloce, con gare di 800, 1500 e 3000 al maschile, 800 e 3000 siepi al femminile, in cui per tutte l’obiettivo è avvicinare se non migliorare le migliori prestazioni stagionali. Per gli 800 le richieste di partecipazione sono state così pressanti che Sandro Giovannelli è stato costretto a organizzare una doppia serie sia al maschile (17.29 e 18.05), sia al femminile (17.23 e 17.51). Nella gara femminile tante speranze di seguire il treno delle migliori per Federica DEL BUONO, l’azzurra che dopo aver migliorato recentemente a Rovereto il personale dei 1500 punta al bis (2:01.80 il primato ottenuto a Pergine) sul doppio giro di pista. Tra le migliori del panorama mondiale anche le altre azzurre Marta MILANI e Margherita MAGNANI.

Sui 1500 uomini è arrivata la conferma della presenza del primatista mondiale stagionale Silas KIPLAGAT e, all’ultimo momento, del norvegese Filip INGEBRITSEN, campione europeo due anni fa a Helsinki.

IL DOPPIO VOLO DI GIBILISCO

Decollerà domani, sabato 6 settembre, alle ore 15 sulla pista dell’aeroporto «Ciuffelli» l’aliante pilotato dal comandante Luigi Aldini che regalerà aGiuseppe GIBILISCO l’emozione di un volo silenzioso su Rieti, la patria del volo a vela mondiale. Intanto al campo è stata ricostruita la «Tribuna Gibilisco», (Velino) che fu eretta nel 2003 per celebrare il fresco oro mondiale portato da Parigi dal saltatore siciliano. Da lì si potrà assistere da vicino all’ultima esibizione della carriera del più titolato saltatore con l’asta italiano di tutti i tempi.

AL NUOVO CONI POINT PRESENTAZIONE COMPLETA DELLE GARE

Sarà presentato domani, sabato 6 settembre, alle ore 12 al Coni Point fresco di inaugurazione (via Fundania, complesso del centro commerciale Perseo, Torre A, quarto piano) il programma completo delle competizioni. Il direttore del RietiMeeting, Sandro Giovannelli, approfondirà l’aspetto tecnico, illustrerà le ultime conferme e risponderà alle domande dei giornalisti. Padrone di casa, nell’occasione, sarà il presidente del Coni Lazio, dott. Riccardo Viola, che ha offerto la propria disponibilità a ospitare la presentazione del Meeting nella nuova struttura del Coni.

IL PRIMO RECORD È LA PRESENZA INTERNAZIONALE

Al momento sono 51 i paesi rappresentati al RietiMeeting. Un vero primato che si aggiunge a quello dei 3440 atleti in rappresentanza di 112 paesi che nelle precedenti 43 edizioni hanno gareggiato al Meeting reatino. Dal 1971 a oggi a Rieti hanno gareggiato 218 campioni olimpici (per un totale di 287 medaglie d’oro), 251 campioni mondiali (per un totale di 411 medaglie d’oro) e 152 primatisti mondiali.

COPERTURA TELEVISIVA

Eccezionale anche quest’anno la copertura televisiva: il RietiMeeting sarà trasmesso in diretta dalle ore 17.00 alle 19.00 sul canale RaiSport 2, telecronisti Gianfranco Benincasa e Stefano Tilli. Il segnale internazionale sarà diffuso live a 22 network dei 5 continenti dall’agenzia di broadcasting svedese IEC.

SABATO ANTEPRIMA CON I GIGANTI DEL MARTELLO

Il RietiMeeting avrà il suo antipasto domani, sabato 6 settembre, alle ore 17 con la gara del lancio del martello. Iscritti i migliori interpreti mondiali della specialità: Pavel KRYVITSKI (BLR), Mostafa AL GAMEL (EGY), Krisztian PARS (HUN), Nicola VIZZONI (ITA), Pawel FAJDEK (POL), Szymon ZIOLKOWSKI (POL), Sergej LITVINOV (RUS), Marcel LOMNICKY (SVK).

MANUELA MENNEA A RIETI PER I 300 METRI DEDICATI A PIETRO

Ci sarà anche Manuela Mennea ad applaudire la gara dei 300 metri, inserita nel 2013 in memoria dello sprinter di Barletta. Mennea per ben 11 volte ha gareggiato al Meeting di Rieti, vestendo anche la  maglia della società atletica locale, e stabilendo nel 1979 la migliore prestazione mondiale su questa distanza atipica col tempo di 32”23. Un anno fa proprio dai 300 metri arrivò il primato del Meeting più atteso, grazie al giamaicano Rusheen Mcdonald autore del primato mondiale stagionale di 31″97.

Rieti, 5 settembre 2014

Get the Real Time Results App!

IAAF Permits

Il Meeting visto da Giorgio Cimbrico

Il Meeting visto da Giorgio Reineri

Follow us!

Tweet to us!