A Rieti un grande martello con le medaglie d’oro dei Mondiali di Mosca

Promettono grandi cose, come sempre nelle ultime edizioni del Meeting di Rieti, le gare di lancio del martello. Entrambi i campioni dei recenti Mondiali di Mosca si esibiranno sabato 7 settembre nella gabbia dello Stadio Guidobaldi (la prima omologata Iaaf in Italia) per le tre prove di qualificazione in vista delle finali della 43esima edizione del Meeting di Rieti, ultimo appuntamento del circuito Iaaf World Challenge, in programma domenica 8 settembre, inizio previsto ore 16.15.

Il polacco Pawel Fajdek e la russa Tatyana Lysenko daranno spettacolo in due competizioni apertissime, inserite nel circuito Iaaf Hammer Throw Challenge, con i migliori interpreti della specialità a caccia degli ultimi punti disponibili. Il ventiquattrenne Fajdek, oro agli Europei Under 23 di Ostrava 2011 e due volte vincitore alle Universiadi di Shenzen 2011 e Kazan 2013, ha lanciato a Rieti anche nella scorsa edizione, giungendo quinto e quindi fuori di un soffio dalla finale a quattro, con un lancio di 74,35.

Al lancio di 81,97 con cui si è laureato campione a Mosca è seguito un ulteriore miglioramento, qualche giorno fa, il 21 agosto a Dubnica nad Vahom, in Slovacchia, dove ha scagliato l’attrezzo a 82,27 in una grande gara vinta dal campione olimpico, l’ungherese Chrisztian Pars, con il miglior lancio mondiale dell’anno di 82,40, in pratica una rivincita della finale di Mosca, persa per quasi 2 metri.

Ancora in forse, la presenza del nipponico Koji Murifushi, oro olimpico di Atene 2004 e mondiale di Daegu 2011, sesto a Mosca 2013 e detentore del record del meeting di 82,62 (9 settembre 2007), mentre non mancherà il veterano e capitano azzurro Nicola Vizzoni (settimo agli ultimi mondiali col personale stagionale di 77,61).

 

A due tappe dal termine è proprio Pawel Fajdek a guidare la classifica del Challenge con 244,23 punti, davanti a Pars (244,17) e a Lucas Melich (Repubblica Ceca, 239,80).

 

Conosce bene la gabbia reatina anche la russa Tatyana Lysenko, dominatrice assoluta delle ultime tre stagioni con gli ori conquistati ai Mondiali di Daegu 2011 (77,13), ai Giochi Olimpici di Londra 2012 (78,18) e agli ultimi mondiali di Mosca, col record nazionale e dei campionati di 78,80. 30 anni il prossimo 9 ottobre, Tatyana vanta anche un argento mondiale a Helsinki 2005 ed è detentrice del primato del Meeting di Rieti con 75,58 (2011). Nel 2012 qui fu seconda dietro la polacca Anita Wlodarczyk, lanciando a 73,52 metri.

Nella classifica dell’Hammer Throw Challenge la Lysenko è però terza, e insegue la tedesca Betty Heidler (226,93) e la capolista Anita Wlodarczyk (232,74).

 

 

Get the Real Time Results App!

IAAF Permits

Il Meeting visto da Giorgio Cimbrico

Il Meeting visto da Giorgio Reineri

Follow us!

Tweet to us!